Logo
con il patrocinio di
AAA lavoro offresi a giovani in aziende europee della green economy
Con il progetto ExTraRES, 105 “under 21” italiani potranno fare esperienze lavorative a “tempo determinato” in aziende verdi di sei paesi del vecchio continente
CONDIVIDI
20/11/2015

L’offerta di green jobs in Italia è in continua crescita, anche grazie alle oltre 372 mila imprese della Penisola che hanno scelto di puntare sulla sostenibilità ambientale.  A fronte però di questo mercato del lavoro “vivace”, soprattutto nel settore delle fonti rinnovabili, l’Ocse ha lanciato un grido di allarme per l’Italia sul fronte scuola, invitando ad operare maggiormente nel settore della formazione ambientale. Proprio per incentivare i giovani ad avvicinarsi a questi temi, conoscere le opportunità offerte dal settore della green economy attraverso l’esperienza diretta in azienda, è nato il progetto ExTraRES (Exchange and Training in Renewable Energy Sector),il progetto di mobilità transnazionale per studenti degli istituti di istruzione superiore tecnici e professionali, che facilitail contatto tra studenti e mondo delle imprese europee che operano nella green-economy. Il progetto, promosso dalla multiutility Estra Spa, nell’ambito del Programma Europeo Erasmus+, Azione Mobilità ai Fini dell’Apprendimento, ambito Formazione Professionale, di cui ISFOL è Agenzia Nazionale, offre a 105 studenti italiani degli istituti superiori (età compresa tra i 18 e i 21 anni) un tirocinio formativo di 2 mesi in imprese del settore della green economy in Belgio, Grecia, Malta, Portogallo, Regno Unito e Spagna. “I numeri dei green jobs in Italia –ha detto Roberto Banchetti, Presidente di Estra - sono davvero importanti. Basti pensare ai circa 100.000 occupati nel settore delle rinnovabili o ai 72.000 nell’efficienza energetica, solo per citare due settori green. La green economy è diventata la parte propulsiva della nostra economia e offre grandi possibilità vorative soprattutto ai giovani”. I settori green dove saranno occupati a “tempo determinato” i giovani sono tutti quelli della sostenibilità ambientale e, soprattutto, della produzione di energia da fonti rinnovabili, riciclo, bioedilizia e la finalità del progetto è quella di accrescere la competitività sul mercato del lavoro, che può contare ad oggi su più di 3 milioni di green jobs. Il progetto, che coinvolge 15 scuole in 4 regioni italiane (Toscana, Marche, Abruzzo e Umbria), è la continuazione del primo progetto Extrares, ammesso a finanziamento nel 2011 dalla Regione Toscana, con fondi di finanziamento POR CRO RT FSE 2007-2013 Asse V “Transnazionalità ed Interregionalità” grazie al quale gli studenti si sono recati in Germania, Olanda Malta, Inghilterra, Svizzera, Portogallo e Spagna. Questa seconda edizione di ExTtraRES intende trasferire nelle altre regioni italiane i successi ottenuti in Toscana nell’ambito del primo progetto. La partecipazione al progetto è aperta a tutti gli studenti o ai neo-diplomati (da almeno un anno), residenti in Italia, provenienti dalle scuole superiori partner. Alla fine dell’esperienza i partecipanti riceveranno un Certificato Europass Mobility, rilasciato dalla Commissione Europea e riconosciuto in tutta Europa

Commenta

*
*
*
*
EDITORE Primaprint srl - Costruiamo il futuro sostenibile della stampa in Italia
Via dell’Industria, 71 – 01100 Viterbo Tel. 0761 353637 Fax 0761 270097
Via Colico, 21 – 20158 Milano Tel. 02 39352910
Web Site: www.primaprint.it